ANTONIO FULFARO PRESENTA LO SPOT SOCIALE GIRATO PER IL RISTORANTE “SAPORI & SAPERI”. OSPITE D’ECCEZIONE DEBORAH CAPRIOGLIO

Riportiamo di seguito parte dell’intervista pubblicata in data 03.07.2017 dal quotidiano La Provincia di Cosenza a firma di Clelia Rovale.

Antonio Fulfaro, l’attore calabrese famoso per aver lavorato, con successo e ricevendo l’apprezzamento di pubblico ed esperti, a numerose opere teatrali, produzioni cinematografiche, nonché produzioni televisive e pubblicitarie

(lo abbiamo visto, infatti, in film quali “Malena”, di Giuseppe Tornatore, “Qualunquemente”, di Antonio Albanese, in teatro, nel “Don Giovanni di Molière”, con la regia di Lando Buzzanca e Cristina Lionello, in “I casi sono due” di Armando Curcio, con Martufello, in “Sono qui per voi”, di Pietro Romano, in “Gente di mare”, insieme a Lorenzo Crespi e Vanessa Gravina, e ancora in film come “La vita è una cosa meravigliosa”, con la regia di Carlo Vanzina, in “Ma che colpa abbiamo noi”, di Carlo Verdone, nonché nella pubblicità dello sciroppo “Bronchenolo”, nella quale interpreta un frate francescano) è tornato da qualche giorno in Calabria, nel suo paese d’origine, Belvedere Marittimo, come fa sempre tutte le volte che può, essendo molto legato alla sua terra. Ma questa volta è tornato anche per motivi professionali e, soprattutto, insieme a una collega con cui ha, ormai da tempo, un intenso rapporto di lavoro, nonché un intenso rapporto di stima reciproca e amicizia, la bellissima e dolcissima Debora Caprioglio. I due attori, infatti, attualmente impegnati in teatro, sono a Belvedere Marittimo per girare uno spot che può essere definito “speciale”. Il perché è presto detto. Questo spot, che vede protagonisti proprio Antonio Fulfaro e Debora Caprioglio, è destinato a promuovere un meritorio progetto di imprenditoria sociale solidale, fortemente voluto dal legale rappresentante dell’Aias, sezione di Cetraro, Maurizio Arci, finalizzato all’integrazione nel mondo del lavoro dei minori e giovani provenienti dalle diverse aree del disagio sociale familiare con disabilità, gli stessi di cui si occupa ormai da molti anni la stessa Aias di Cetraro. Nell’ambito di questo progetto e, pertanto, nata l’idea di aprire, nella cittadina tirrenica, un laboratorio di antiche tradizioni, denominato “Sapori e Saperi”, situato nel suggestivo centro storico di Belvedere Marittimo, chi sarà inaugurato il prossimo 6 luglio e che rappresenterà, così come dichiarato dallo stesso Maurizio Arci, “il primo esempio sull’intero territorio della Calabria di imprenditoria sociale nel settore della ristorazione”. Abbiamo incontrato Antonio Fulfaro, rivolgendogli alcune domande, alle quali ha risposto con la gentilezza e l’umiltà che lo contraddistinguono, da sempre.

Lei è stato protagonista, in questi giorni, nella sua terra d’origine e, in particolare, nella sua città natale, belvedere marittimo, di un nuovo lavoro, frutto, ancora una volta, della sua collaborazione con Debora Caprioglio. Come è nata questa collaborazione e, soprattutto, come è nato questo nuovo lavoro che vi vede nuovamente insieme?

La collaborazione con Debora nasce esattamente quattro anni fa, quando mi chiamò il produttore della compagnia Molière, per chiedermi se mi andava di fare uno spettacolo con lei e Gianfranco Jannuzzo. Ho detto subito di sì e sono andato a Roma. O, così, avuto modo di conoscere due attori straordinari, Debora e Gianfranco, appunto. Ma, come sappiamo, la vera grandezza e quando c’è l’umiltà. Sia Debora, che Gianfranco, inoltre, sono due persone dotate di carisma e autoironia. Relativamente al lavoro che ci ha portato recentemente in Calabria, Belvedere Marittimo, vale a dire lo spot per promuovere un progetto di inclusione sociale, questa nuova collaborazione con Debora è nata da un’idea di Maurizio Arci, il cui legale rappresentante dell’Aias sezione di Cetraro, il quale mi ha voluto come testimonial e mi ha poi chiesto di portare qualche collega che potesse contribuire a raggiungimento delle nobili finalità che caratterizzano il progetto. Voglio, inoltre, sottolineare che il regista di questo spot è Francesco Garritano, un giovane, anch’egli di belvedere marittimo (eh sì, la nostra città è una fucina di talenti e ne sono molto fiero!), Molto bravo, un professionista serio e capace.

Da qui, però, come tanti, anche lei, un giorno, e dovuto “fuggire”. Ritiene che oggi qualcosa sia cambiato?

Come ho già sottolineato, in tutti questi anni non ho mai trovato qualcosa di realmente cambiato. Ricordo anche di aver avuto, qualche anno fa, una esperienza molto negativa, che definirei anche allucinante, proprio qui, dove fui addirittura denunciato, per aver portato in scena uno spettacolo di satira, da un esponente politico del luogo! Ma ora vedo che qualcosa si sta movendo in senso positivo, perché ci sono tante nuove “energie” in circolo e anche amministratori capaci.

Tornando al lavoro che si sta concretizzando in questi giorni a belvedere marittimo, cosa lo caratterizza è perché ha scelto di esserne protagonista e promotore?

Questo spot a una nobile finalità sociale, poiché è destinato a promuovere una iniziativa che darà lavoro a molti giovani che provengono dalle diverse aree del disagio sociale e familiare o con disabilità. Pertanto, ho voluto dare il mio contributo a questa idea meritoria ed è stato gratificante. Inoltre, sempre nell’ambito della collaborazione con Maurizio Arci, abbiamo in mente di fare altre cose per il prossimo inverno, dando spazio a nuove attività teatrali nel nostro territorio. Potrò, così, rendere reale il mio desiderio di mettere la mia esperienza,  maturata in vent’anni di carriera, al servizio della mia terra e della mia città, Belvedere Marittimo.

Leggi l’articolo completo a questo link